...

Intensificata l’attività di controllo e prevenzione da parte della Questura anche al fine di contrastare l’immigrazione clandestina nel territorio provinciale. Sono stati individuati, infatti, due cittadini extracomunitari la cui permanenza sul territorio italiano è risultata irregolare.



...

Nonostante le limitazioni imposte per il contrasto dell’emergenza epidemiologica, la Polizia di Stato ha rivolto particolare attenzione al monitoraggio delle persone ristrette da vincoli giudiziari domiciliati nel territorio pentro e dei soggetti orbitanti – per i precedenti di polizia – nell’ambito della criminalità comune e diffusa, con particolare attenzione al settore dello spaccio degli stupefacenti.








...

Al fine di garantire una “movida” sempre più sicura, sono ancora più serrati i controlli, graditi alla cittadinanza e soprattutto ai residenti del centro storico, che vengono effettuati durante i fine settimana nei luoghi caratterizzati da una consistente presenza di persone, in particolar modo di giovani. 


...

Visita ufficiale di Vincenzo Callea, dal 16 marzo scorso prefetto della provincia di Isernia, ricevuto martedì mattina, a Palazzo Vitale, dal presidente della Regione Molise, Donato Toma.



...

Un altro fine settimana all’insegna di controlli intensi: il Questore ha infatti disposto servizi interforze, in ossequio a quanto stabilito in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto Vincenzo Callea, coinvolgendo, oltre alla Polizia di Stato, anche i Carabinieri, la Guardia di Finanza e la Polizia Municipale.


...

La Squadra Mobile di Isernia ha denunciato una giovane donna di origine campana per truffa on line. Le indagini hanno preso spunto dalla denuncia sporta da un isernino interessato alla stipula di un contratto RC auto.




...

Lunedì mattina il Questore di Isernia, dott. Roberto Pellicone, ha salutato gli organi di stampa e di informazione ringraziandoli per la collaborazione, frutto soprattutto di un continuo confronto reciproco, offerta durante la sua permanenza nella città di Isernia: da domani avrà l’incarico di coadiuvare le attività propedeutiche alla nascita della Questura di Barletta, Andria e Trani.


...

Un uomo, originario della provincia di Napoli ma residente in provincia di Isernia, in soli 5 mesi, a partire dal dicembre scorso, aveva utilizzato ben 41 volte la rete autostradale omettendo sistematicamente il pagamento del pedaggio, utilizzando fraudolentemente le corsie riservate ai possessori del Telepass, per lo più ai caselli di Caianello, Capua e Napoli.


...

E’ ormai noto e documentato che la distrazione causata dall’uso dei telefoni cellulari alla guida è una delle principali cause degli incidenti stradali. E alcuni dei recenti incidenti stradali con esito mortali che si sono verificati nella provincia di Isernia nelle ultime settimane sono imputabili proprio alla distrazione.


...

I controlli della Polizia di Stato di Isernia non conoscono pause, anche sulle principali strade della provincia e non si trascurano mai i controlli da effettuare ai mezzi pesanti da parte della Polizia Stradale e soprattutto alle condizioni psico-fisiche dei loro autisti, sempre nell’ottica di garantire la sicurezza degli utenti della strada.


...

In più occasioni ho incontrato il professor Antonio Tufano e negli ultimi anni, in ragione del mio incarico assessoriale, ne ho apprezzato l’impegno culturale e ho stretto con lui un rapporto di sincera stima. Era una persona mite, un uomo colto che non ostentava mai il suo sapere, aveva modi sempre adeguati e le parole giuste per tutti e per ogni occasione.



...

Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza impegnati venerdì mattina in servizi interforze coordinati dalla Prefettura e organizzati dalla Questura per seguire le operazioni di accoglienza e di sistemazione logistica dei 172 migranti provenienti da Agrigento e destinati dal Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione alla Regione Molise.



...

L’attività di prevenzione della Polizia di Stato a tutela della sicurezza dei cittadini continua sempre in questa provincia, anche attraverso l’emissione di provvedimenti monitori nei confronti di persone che in questo periodo sono state attenzionate dalla Questura, in quanto dedite alla commissione di reati che creano allarme sociale quali il furto, la truffa e lo spaccio di sostanze stupefacenti.